Visitiamo Danzica – luoghi che meritano di essere visti

utworzone przez

Danzica è una delle città più grandi e più antiche della Polonia ed è considerata il complesso monumentale più ricco dell’ „Europa baltica”.

A Danzica si possono trovare le tracce di una tradizione millenaria negli edifici gotici, barocchi e rinascimentali, oltre che nei numerosi musei e monumenti. Ma queste non sono tutte le attrazioni di Danzica, dato che in questa città piena di vita non mancano l’intrattenimento per bambini e adulti, i caffè, i ristoranti e i punti panoramici. Il capoluogo della Pomerania si trova sulla baia di Danzica, alla foce del fiume Mottlau (in polacco Motława, una diramazione del delta della Vistola), e affascina anche per le sue bellezze paesaggistiche: spiagge sabbiose, dune costiere, boschi estesi e parchi incantevoli. Non c’è da stupirsi se ogni anno migliaia di turisti provenienti da tutto il mondo scelgono Danzica come destinazione turistica. Cosa vale la pena vedere per scoprire le bellezze della città baltica?

Via Długa a Danzica

23 attrazioni di Danzica con la storia sullo sfondo

1. Porta Alta (Brama Wyżynna) – una porta riccamente decorata che apre la Via Reale, che molti anni fa era l’ingresso principale alla città.

2. Camera di tortura e torre della prigione (Katownia z Wieżą Więzienną) – un edificio difensivo del XIV secolo, chiamato Barbakan, dove un tempo si trovava un carcere cittadino con un braccio della morte.

3. Grande Armeria (Wielka Zbrojownia) – il più magnifico monumento secolare di Danzica, in cui si trovava l’arsenale della città. Attualmente il pianoterra ospita delle mostre di arte contemporanea, mentre i piani superiori sono occupati dall’Accademia di Belle Arti.

4. La Corte della Confraternita di San Giorgio (Dwór Bractwa św. Jerzego) – un edificio tardo gotico con il tetto a paglia, sormontato dalla statua di San Giorgio che uccide il drago.

5. Porta d’Oro (Złota Brama) – un capolavoro del Rinascimento, con le facciate decorate che simboleggiano le principali virtù borghesi.

6. Casa di Uphagen (Dom Uphagena) – una visitabile casa di rappresentanza in via Dluga, di proprietà di una ricca famiglia di mercanti.

7. Vecchio Municipio (Ratusz Głównego Miasta) – un edificio gotico-rinascimentale con una torre panoramica e un carillon storico, oggi sede del Museo Storico di Danzica.

8. Fontana di Nettuno (Fontanna Neptuna) – il simbolo più famoso di Danzica e il luogo preferito per una foto ricordo.

9. La corte di Artù (Dwór Artusa) – un magnifico edificio sul Mercato Długi Targ con degli interni riccamente decorati, un tempo era un punto d’incontro della borghesia prospera.

10. Porta Verde (Zielona Brama) – una bellissima porta d’acqua che chiude la Via Reale (Droga Królewska) e conduce al fiume Mottlau.

Długie Pobrzeże, Żuraw

11. Lungo Ponte (Długie Pobrzeże) – dove si trova Żuraw, la gru più famosa d’Europa e molti caffè e ristoranti nelle case storiche. La zona pedonale lungo il Mottlau colpisce di giorno e dopo il tramonto, quando l’architettura illuminata si può ammirare da una prospettiva completamente diversa.

12. Isola Ołowianka – un’isola circondata dal Mottlau e dal canale di Stępce, che in precedenza aveva un carattere tipicamente industriale. Oggi qui si trovano la Filarmonica Baltica Polacca e il Museo Marittimo Nazionale, che comprende il Museo Storico delle Navi Sołdek. L’isola è raggiungibile con un moderno ponte levatoio.
13. Isola di Spichrzów (Wyspa Spichrzów) – un’isola vicina a Olowianka, è stata il deposito principale della città molti anni fa. Poi è stata restaurata ed è diventata un centro gastronomico e di intrattenimento del centro della città.

14. Via Mariacka – uno dei vicoli più suggestivi di Danzica con delle affascinanti case decorate dalle forme fantasiose. Qui si trovano anche numerose botteghe con interessanti gioielli e prodotti artigianali in ambra.

15. Basilica di Santa Maria (Bazylika Mariacka), chiamata anche Corona di Danzica, è la più grande chiesa gotica in mattoni d’Europa. Un’attrazione è la torre monumentale, alta più di 80 metri, dalla quale si può ammirare una vista mozzafiato di Danzica dopo aver superato 400 gradini.

16. Museo dell’Ambra – dove si trovano delle mostre sui tesori dell’ambra. Il museo è molto originale perché si trova in un grande mulino medievale sul canale Raduni.

17. Collina Gradowa (Góra Gradowa) – una piccola collina morenica con le fortificazioni del XIX secolo e l’alta Croce del Millennio, illuminata di notte. Dall’alto si può ammirare il panorama del centro città, mentre negli edifici dell’ex fortezza si trova il Museo Interattivo della Scienza Hevelianum.

Danzica entrò a far parte della storia moderna, dove iniziò la Seconda guerra mondiale e il movimento Solidarność, che contribuì al crollo del comunismo in Polonia e nell’Europa dell’Est. Si raccomandano i monumenti commemorativi di questi avvenimenti:

18. Museo delle Poste Polacche;

19. Museo della Seconda Guerra Mondiale;

20. Monumento agli operai dei cantiere navale caduti nel 1970;

21. Cantiere navale di Danzica (Stocznia Gdańska);

22. Centro della Solidarietà Europea (Europejskie Centrum Solidarnosci);

23. Westerplatte – è una penisola nel quartiere di Przeróbka, alla foce della Vistola Morta nella baia di Danzica, dove iniziò la Seconda guerra mondiale.

Via Mariacka Danzica

Cos’altro c’è da vedere a Danzica?

Fuori dal centro storico vale la pena visitare il quartiere di Oliwa, in particolare la parte «vecchia» che un tempo era un villaggio monastico dell’abbazia cistercense. Con questo Ordine di Cistercensi sono associate alcune belle attrazioni turistiche di Danzica. Una di questi è il Parco di Adam Mickiewicz, popolarmente chiamato Oliwa, insieme al magnifico Palazzo degli Abati (Pałac Opatów). Una visita a questo luogo è un’ottima idea per rilassarsi in mezzo alla natura con la famiglia. Potrete ammirare l’Orto Botanico, il Giardino Giapponese, la Casa delle Palme e passeggiare per vicoli curati tra faggi, cespugli tagliati con fantasia e stagni, dove nuotano dei cigni e delle anatre selvatiche. Vale anche la pena dare un’occhiata alla grotta del sussurro, dove una straordinaria acustica è molto divertente per bambini e adulti.
Nei pressi del parco si trova l’Arcicattedrale di Oliwa, la più lunga chiesa medievale della Polonia, che colpisce con le sue opere d’arte . All’interno della basilica si trovano 23 altari barocchi e rococò riccamente decorati, numerose cappelle, lapidi, baldacchini e dipinti. La più grande attrazione è il famoso organo composto da 7876 canne decorate con figure di angeli che suonano diversi strumenti. I personaggi si muovono, mentre la musica sublime si diffonde, rendendo i concerti d’organo uno spettacolo indimenticabile.
Il quartiere Oliwa offre molti altri luoghi che vale la pena scoprire, fra cui la Casa della Peste (Dom Zarazy), l’ex porta principale del monastero di Oliva e la sede del sindaco, dove gli abitanti furono messi in quarantena durante la peste del 1709. Oggi vi si svolgono diverse manifestazioni artistiche. Si può anche salire sulla torre panoramica in cima della collina di Pachołek, da dove si può ammirare l’intero panorama di Danzica e della vicina città di Sopot. Un po’ più in profondità, nel cuore della foresta, si trova il monte Kościuszko con il monumento dedicato alla battaglia di Oliwa. Con i bambini vale anche la pena visitare lo Zoo di Oliwa.

Il vostro soggiorno a Danzica non sarà completo senza visitare le bellissime spiagge sabbiose. Le più famose ono quelle di Jelitkowo, Brzezno e Stogi, dove non manca l’intrattenimento; ci sono vari scivoli e parchi giochi per bambini, campi da pallavolo e le possibilità di noleggio di attrezzature acquatiche. Ogni spiaggia dispone di parcheggio, spogliatoi e servizi igienici, mentre i bagnini garantiscono la sicurezza. Ci sono anche vari ristoranti, gelaterie e altre strutture gastronomiche. Per coloro che cercano tranquillità e relax, consigliamo l’isola Sobieszewska, dove oltre ad una spiaggia larga più di 11 km, ci sono anche delle riserve naturali come Ptasi Raj ed i sentieri forestali e ciclabili.

Quartiere di Oliwa, panorama di Pachołek

Perché vale la pena andare a Danzica?

Il capoluogo della Pomerania è ricco di attrazioni ed è impossibile elencare tutto quello che ci si può vedere. Danzica è senza dubbio una delle più belle città polacche. E’ una calamita turistica anche per  i numerosi eventi culturali ed eventi all’aperto. Durante l’estate qui si svolgono il Mercatino di San Domenico (Jarmark Dominikanski), il Festival del Teatro di Strada FETA, il Festival Teatrale dedicato a  Shakespeare e il Festival Internazionale di Musica d’Organo. Durante tutto l’anno vengono organizzate diverse fiere, concerti e festival musicali, rappresentazioni teatrali e liriche e mostre di arte classica e contemporanea.
Danzica può essere anche “goduta” in numerosi ristoranti che servono piatti provenienti da tutte le parti del mondo. La maggior parte si trova nel centro della città, quindi vale la pena farci una sosta durante il soggiorno a Danzica. Ci sono rinomati ristoranti che offrono i piatti tipici polacchi: Kubicki, Motlawa o Chmielna by Grzegorz Labuda. Presso l’accogliente Wine Bar Literacka Restaurant&Wine Bar potrete gustare dei piatti stagionali a base di ingredienti locali. I ristoranti Rybakówka e Zafishieni servono degli ottimi piatti a base di pesce, mentre il ristorante Pierogarnia Mandu propone i migliori ravioli polacchi, chiamati “pierogi”.

A Danzica ci sono anche alcuni posti dove possiamo sentirci come sulla costa del Mediterraneo. Il Ristorante I Pazzi, il Ristorante Grazie Mille e le pizzerie Ostro e Piu Vicino offrono autentici sapori italiani. Per deliziosi caffè e dessert vi attendono dei caffè d’atmosfera: Retro, PiKawa, Drukarnia o Im Alten Kader. Un punto d’obbligo sulla mappa culinaria di Danzica è la gelateria Orso, che da 50 anni prepara dei deliziosi gelati con i sapori tradizionali.
Come si addice ad una città turistica, il capoluogo della Pomerania offre una ricca base di alloggi: appartamenti privati, ostelli, pensioni ed alberghi esclusivi. Così tutti possono trovare un alloggio che cercano con i prezzi ragionevoli. Un altro vantaggio è la sua posizione: Danzica è raggiungibile in auto e in treno, in aereo o via mare. La città è facilmente raggiungibile con gli autobus, i tram o la linea SKM. E dal  viaggio vale la pena portare con sé dei souvenir insoliti come gioielli o artigianato in ambra. I buongustai esperti saranno entusiasti dei biglietti da visita culinari di Danzica: il tradizionale liquore alle erbe Goldwasser, l’acqua dorata, il caffe con l’ambra, o i dolci dell’industria dolciaria «Baltyk» nelle confezioni che illustrano la storia della città.

VOLETE SAPERNE DI PIÙ?

Auguri di Natale

Auguri di Natale

In occasione dell'imminente Natale, desideriamo inviare i più sinceri auguri pieni di salute, gioia e tranquillità interiore. Che l'atmosfera magica...

czytaj dalej